Il mondo degli Eventi e’ pronto a ripartire… in tutto il mondo!

Il mondo degli Eventi e’ pronto a ripartire… in tutto il mondo!

Beijing

Mentre la Cina è stato il primo paese colpito dal COVID-19, è anche uno dei primi paesi a riaprire quest’anno. La grande riapertura di Disneyland a Shanghai l’11 maggio significa che il paese si sta avvicinando alla preparazione per ospitare eventi più grandi, anche se i viaggi internazionali sono ancora limitati. L’apertura dell’aeroporto internazionale più grande del mondo, l’aeroporto internazionale di Pechino Daxing (PKX), lo scorso settembre non può che contribuire a consolidare la posizione di Pechino come destinazione di eventi internazionali.

 

Berlin

Berlino continua ad essere una delle più grandi città congressuali del mondo. Nel Rapporto statistico ICCA 2018, Berlino si è classificata quinta a livello globale per numero di riunioni tenute. Anche se la città è stata colpita tanto quanto il resto del mondo da COVID-19, con la maggior parte dei negozi, ristoranti e alberghi chiusi in marzo e aprile, stanno cominciando a riaprire. VisitBerlin riferisce che i negozi sono stati autorizzati ad aprire il 9 maggio. I Ristoranti hanno riaperto il 15 maggio; alberghi e pensioni il 25 maggio. Tuttavia, gli eventi di oltre 1.000 persone saranno vietati fino al 31 agosto, e quelli con più di 5.000 persone non saranno ammessi fino al 24 ottobre.

Brussels

Rispetto al 23o posto del rapporto 2016 dell’ICCA, Bruxelles si è classificata al 17o posto per numero di eventi nel 2018. Per promuovere una ripresa rapida e sostenibile dalla crisi COVID-19, VisitBrussels si è unita a una task force regionale creata in marzo che valuterà le conseguenze socioeconomiche del COVID-19 e continuerà a monitorare gli effetti del virus. Inoltre, sono stati istituiti cinque gruppi di lavoro per consentire ai membri della task force di condividere idee sul modo migliore per il futuro, e uno di questi gruppi si concentrerà sulla Meeting Industry.

Buenos Aires

Descritta come “la più importante capitale culturale del Sud America” dal Buenos Aires Convention and Visitors Bureau, gli ultimi anni hanno visto la città diventare una delle più importanti e più grandi città congressuali. I suoi 133 importanti incontri nel 2018 hanno collocato la città all’undicesimo posto nella classifica ICCA. Nella sua risposta al COVID-19, il governo ha fermato tutti i voli commerciali fino a settembre, il più duro divieto di viaggio nelle Americhe. Ciò significa che le riunioni e le conferenze in Argentina non riprenderanno fino ad allora.

Copenhagen

In Danimarca è stato applicato un divieto di viaggio rigoroso, che vieta tutti i viaggi non essenziali da e verso il paese. A partire dal 27 giugno la Danimarca ha aperto le proprie frontiere, anche per scopi turistici, nei confronti dell’Italia e degli altri Paesi dell’Unione Europea ed Area Schengen. I raduni più grandi non saranno ammessi fino ad agosto. A parte la recente pandemia, Copenaghen è una città fiorente per turisti e professionisti. Classificata la città numero 1 al mondo da Lonely Planet da visitare nel 2019, è considerata una delle migliori città d’Europa per conferenze, incentives e viaggi. È anche sulla buona strada per essere carbon neutral entro il 2025 e rimane un hub globale di sostenibilità.

Istanbul

Se il numero di nuovi hotel che aprono è una indicazione, Istanbul,  la città più grande della Turchia,  rimane una delle migliori città del mondo per le conferenze. Da Hagia Sofia Mansions, Curio Collection di Hilton, che ha aperto nel mese di ottobre 2019, a JW Marriot Istanbul Bosphorous, la città è destinata a guadagnare più di 1.000 nuove camere d’albergo di lusso nel breve termine. La penisola di Istanbul, che aprirà quest’anno, fa parte del progetto Galataport della città, che porterà un nuovo porto per navi da crociera e hotel di lusso nel quartiere Karakoy. Quando le crociere riprenderanno, Istanbul sarà pronta con un nuovo terminal, ristoranti, negozi e lungomare per accogliere turisti e professionisti.

Paris

Parigi è rimasta la più grande città congressuale del mondo e in cima alla lista di ICCA nel 2018, battendo il suo record 2016 di 196 incontri con 212 nel 2018. Questa popolarità si riflette nel numero di nuovi hotel di lusso in città. Hotel du Louvre, parte della hyatt Collection, inaugurato nel 2019 con arredamento classico francese, mentre Bulgari Hotels è impostato per aprire una nuova proprietà quest’anno con 76 camere e una gamma completa di servizi di lusso. Il sito di Paris CVB afferma che tutti i ristoranti, le attività culturali, i negozi, i luoghi sportivi sono chiusi e tutti i prossimi eventi sono stati annullati. Essi forniscono un elenco completo di eventi specifici e conferenze che sono stati rinviati qui.

Madrid

Madrid è attuata in cima alle classifiche di destinazione degli incontri dal 2017. La città ha vinto il World’s Best Meetings & Conference Destination Award ai World Travel Awards 2019 ed è terza nella lista 2018 dell’ICCA. Questa crescente popolarità come destinazione di incontri internazionali di alto livello si riflette in un aumento degli hotel di lusso in città. Il Four Seasons Canalejas aprirà nel cuore di Madrid quest’anno, mentre il Ritz, Madrid (costruito nel 1910) dovrebbe riaprire quest’estate come Mandarin Oriental Ritz, Madrid dopo un’ampia ristrutturazione. Anche se il paese ha iniziato ad allentare le sue restrizioni relative al COVID-19, conferenze ed eventi rimarranno annullati o rinviati per mesi a venire.

London

Un centro culturale, non sorprende che Londra sia rimasta in cima alla lista 2018 dell’ICCA, con 150 incontri ospitati. La città è stata occupata ad aggiungere locali e camere d’albergo. Illuminate al Museo della Scienza aperto all’inizio del 2019 e stupito con una vista mozzafiato. La fine del 2019 ha visto l’apertura di 24.000 metri quadrati di  spazio per eventi Magazine London, il più grande del suo genere in città, con una capacità all’aperto di 7.000 persone. Per un’atmosfera più regale e storica, la Royal Academy of Arts ha anche aperto le sue porte agli eventi dello scorso anno. Mentre gli hotel e gli spazi per eventi sono chiusi ai visitatori della capitale inglese per le misure di isolamento sociale, molti hanno offerto il loro spazio per aiutare il Servizio Sanitario Nazionale in questo momento difficile.

Seoul

Il Convention Bureau di Seoul si è impegnato a ripartire da COVID-19 e ha lanciato 2020 Plus Seoul, un programma per concentrarsi su un piano di risposta e recupero per l’industria MICE della città. Il Seoul MICE Support Center è stato istituito anche nel mese di febbraio per le persone colpite da chiusure pandemiche. Mentre i 122 incontri di Seul nel 2018 hanno messo la città al 17o posto nella classifica ICCA, Seoul è riuscita a mantenere la sua posizione come migliore città MICE per cinque anni consecutivi dai Glove Traveler Awards. Inoltre, l’Economist Intelligence Unit ha nominato Seoul l’ottava città più sicura al mondo in “The Safe Cities Index 2019”. A partire dal 2019 la città dispone di 58.588 camere in 444 hotel.

Singapore

Come gran parte del mondo, Singapore ha risposto al COVID-19 con un blocco della maggior parte delle industrie. Tuttavia, molte conferenze che si terranno nella città-stato quest’estate non sono ancora state annullate. CAREhab 2020 è ancora previsto per il 17-18 luglio e Digital Travel APAC è impostato per il 8-10 dicembre. Questo pone Singapore come uno dei pochi luoghi con eventi in programma in luglio . Oltre al suo obiettivo di tenere in essere gli eventi quest’anno, la città ha aperto diversi nuovi hotel, tra cui la nuova Citadines Balestier Singapore di Ascott, Dusit Thani Laguna Singapore e Fraser Residence Orchard, Singapore. Anche il Raffles Singapore ha riaperto nell’ottobre 2019 dopo un attento restauro. L’hotel con i suoi 133 anni di vita è stato dichiarato monumento nazionale nel 1987 e offre un soggiorno iconico e lussuoso.

Sydney

Nonostante abbia chiuso i suoi confini e seguito rifgorosamente le linee guida dell’OMS sull’isolamento sociale, le’apertura di nuovi ristoranti a  Sydney non ha rallentato nel 2020. L’inizio dell’anno ha accolto diversi nuovi ristoranti, panetterie e bar. Inoltre, la città è salita  quando la classifica 2018 ICCA l’ha collocata al 25o posto, in aumento rispetto al 41o posto del 2016. Questo aumento degli incontri internazionali dimostra che gli sforzi della città per sostenere l’industria MICE in Australia hanno dato i loro frutti. Uno di questi effetti è stata l’attrazione dei marchi alberghieri di lusso.  W Sydney e The Ritz-Carlton saranno entrambi aperti nel 2020.

Tokyo

Anche se tutti gli eventi sono stati cancellati o rinviati a Tokyo per il momento, la città è stata preparata per diventare una delle principali città congressuali del mondo. Passando dal 21 esimo nel 2016 al 13o posto nella classifica ICCA 2018, la città più popolata del mondo sta facendo spazio al settore MICE. Anche se la cancellazione delle Olimpiadi estive del 2020 (fino al 2021) è stata tragica per la città, la preparazione per le Olimpiadi ha portato molte nuove infrastrutture . Dalla ristrutturazione dei siti del patrimonio culturale alla garanzia del trasporto regolare e alla ricostruzione dello Stadio Olimpico Nazionale, la città ha davvero lavorato duramente per andare avanti

Vancouver

Anche se è piccola, Vancouver è dnota per la sua qualità come destinazione per eventi. È salita dal 55o posto nella lista ICCA 2016 al 48esimo nel 2018. L’apertura di Opus Vancouver e EXchange Hotel Vancouver nel 2019 segna un aumento degli hotel di lusso nella zona. EXchange si trova nel vecchio edificio della Borsa della città e ha mantenuto il suo carattere iconico, creando 202 lussuose camere nel cuore del settore finanziario. I confini del Canada rimangono chiusi a tutti, eccetto ai cittadini e ai residenti permanenti per contribuire a rallentare la diffusione del COVID-19.

 

Vienna

Second top destinazione per eventi secondo ICCA 2018 e vincitore dello Smart City Index 2019, del Mercer Quality of Living 2019 e dell’EIU Global Liveability Index 2018, non sorprende che gli molti event planners scelgano Vienna come destinazioe. Quest’anno, la città è stata anche dichiarata la città più verde del mondo . Gli eventi fino a giugno saranno annullati a causa del COVID-19, dopo di che saranno consentiti piccoli eventi. I grandi eventi dovrebbero riprendere a settembre. Diversi nuovi hotel, tra cui l’Almanac Vienna, andaz Vienna am Belvedere e Rosewood Vienna, saranno aperti a breve.

Please follow and like us:


WE CARE , YOU CARE!

Your health is our number one priority.  We know it’s a rather strange time right now so we are really grateful that you’re looking to stay with us. Like you, we’re looking forward to the future and hope for the best. Rest assured that we have precautions in place to protect your health, and are open to care for all of your health and wellness needs.

We have implemented physical distancing to ensure a 1m  distance from others, and  have created separate entry and exit routes during events.

We promote the use of digital technologies and all devices available are disinfected each time they are used.

We provide  sanitizing products available in different areas of the event location and  promote their use.

We care, you care!