Congresso Nazionale FederDolore SICD – Roma, Hotel Sheraton Golf, 16-18 Giugno 2016

Congresso Nazionale FederDolore SICD – Roma, Hotel Sheraton Golf, 16-18 Giugno 2016

È con grande piacere che mi accingo a presentare il nostro Congresso che quest’anno affronterà una patologia che ha un’incidenza enorme e che rappresenta un grande problema sanitario e sociale: il mal di schiena. È dallo scorso anno che abbiamo impostato il nostro Congresso su tematiche specifiche, in modo da avere un filo conduttore che possa coinvolgere le diverse figure specialistiche impegnate nel trattamento della patologia in questione. Nella parte introduttiva del Congresso abbiamo voluto dar spazio ai giovani algologi, che rappresentano la nuova linfa su cui riponiamo le nostre speranze per la crescita e la diffusione della cultura algologica, che ancora stenta ad affermarsi. Ho fortemente voluto, avendolo condiviso con il nuovo Direttivo, dar vita al Forum che vede riunite tutte le Società Scientifiche che a vario titolo rappresentano i cultori di questa disciplina, per poter avviare programmi di ricerca, definire percorsi diagnostico-terapeutici ed esprimere in un documento comune l’opinione riguardo ai contenuti delle linee guida 2016 della CDC (Center for Disease Control and Prevention) sull’utilizzo degli oppioidi ed i rischi di abuso e misuso. Un Focus sarà dedicato alla tariffazione delle procedure, in particolare ai diversi modelli regionali in tema di implantologia spinale. Particolare attenzione è stata rivolta all’uso dei cannabinoidi che verrà affrontato con un vivace confronto tra chi ne sostiene l’utilizzo e chi è contrario. Il cuore del Congresso sarà incentrato sul tema principale: il dolore lombosacrale ed il dolore degli arti inferiori. Saranno coinvolte le diverse figure professionali chiamate di volta in volta in causa nel trattamento di questa dilagante patologia che, con l’allungamento della vita, è destinata ad aumentare. Nella convinzione che la condivisione dei saperi sia fondamentale nel ricercare le migliori soluzioni per migliorare la qualità di vita dei nostri pazienti, i vari specialisti verranno invitati ad esporre il proprio punto di vista e le possibili opzioni terapeutiche di cui la propria specialità dispone, con riferimento alle evidenze cliniche riportate nella letteratura internazionale. L’obiettivo sarà quello di definire un PDTA fortemente condiviso per il trattamento del mal di schiena che, a tutt’oggi, viene affrontato dai vari attori in maniera non coordinata. Le sessioni si svolgeranno con la partecipazione attiva di tutti i relatori coinvolti, in modo da dar vita ad un vivace confronto animato dai moderatori, evitando possibilmente le presentazioni frontali. Nell’ultima giornata sarà aperto un dibattito sulla FBSS e verranno prese in esame tutte le procedure chirurgiche di cui dispone l’algologo, in particolare la neuromodulazione elettrica. A questo riguardo verranno analizzate le nuove tecnologie proposte, con l’obiettivo di definire vantaggi e limiti al fine di disegnare una flow chart del loro utilizzo. La nostra Società è sottoposta a molte sfide e sollecitazioni che provengono sia dall’interno che dall’esterno: è importante saper discernere tra quelle positive e propositive, che vanno accolte, fatte nostre e rilanciate, e quelle ostative e minacciose, che vanno contrastate e respinte. È solo con il vostro aiuto e con la vostra solidarietà che potremo tenere alto il vessillo della Società Federdolore-SICD che si è sempre contraddistinta nella lotta al dolore persistente-cronico.

Nella speranza di potervi incontrare numerosi a Roma, auguro un Buon Lavoro a Tutti

Sergio Mameli Presidente Federdolore-SICD

Copertina
online-registration-icon-536

Please follow and like us: